Un gioco di mano (destra)

Immagino abbiate presente cosa é, e a cosa serve la linea di mezzeria. La linea divide la strada in due parti, destra e sinistra. Una parte é per voi, l’altra é per chi arriva nell’altro senso. Se ciascuno rimane nella propria corsia il mondo scorre beato e tranquillo. I problemi cominciano quando qualcuno oltrepassa la mezzeria e finisce nella parte di strada che non gli compete. Se voi prendete più spazio di quello assegnatovi, a qualcuno ne viene sottratto un poco di quello che gli spetta, e magari quel poco é proprio il pezzo che aveva intenzione di occupare col proprio mezzo. Pensate a questa banale conseguenza; niente sconfinamenti oltre la mezzeria, niente frontali. Mica male vero? Direi anzi che nella classifica delle regole di sicurezza stradale, stare sulla propria mano é una delle più importanti, sicuramente roba da top ten.

Purtroppo, la realtà é popolata di persone che questa regola sembrano ignorarla. Primo esempio, il conducente di questa Renault Modus, che sbuca da dietro una curva cieca in mezzo alla strada.

Quanto in mezzo? fermate il video intorno al secondo 05:00, e osservate il tombino rotondo che si trova vicino alla ruota antetiore destra dell’auto (cioé a sinistra per voi che guardate). Lo avete visto bene? Ora osservate questo video.

Intorno al secondo 10:00, potete vedere lo stesso tombino. É vero che manca la riga di mezzeria, ma serve un geometra per capire che passare a sinistra(!) di quel tombino non sia una cosa ben fatta. Siamo in ambiente urbano, e quindi a velocità moderata, ma non mi pare una scusa sufficiente. La curva é cieca in approccio, e non c’é alcuna garanzia che chi arriva nell’altro senso stia andando piano. Inoltre, proprio perché la velocità é ridotta, non dovrebbe essere affatto difficile tenersi a destra.

Ecco un caso simile.

Anche qui parliamo di velocità ridotte; costa così tanto girare un pochino di più il volante e seguire la curva? non mi direte che c’é il rischio che si consumino i cuscinetti dello sterzo, vero? Tagliare una curva del genere é come minimo sciatteria, é un piccolo gesto di cattiva guida. Il problema é che secondo me si comincia coi piccoli gesti, e poi si arriva alle cattive abitudini, come questo tizio:

Mi pare di sentire le sue giustificazioni: la Panda andava piano, ho fretta, non faccio male a nessuno. Intanto, si é sparato un sorpasso su doppia continua, sotto la pioggia e con traffico in arrivo nell’altro senso. Per fare cosa poi, per piantarsi due secondi prima nella coda del prossimo semaforo.

Abbiamo visto finora gente che sconfina per pigrizia o per fretta. C’é anche gente che sembra sconfinare semplicemente perché non si rende conto della propria posizione, o della presenza altrui. Osservate il campione al volante di questa Alfa SW:

Non ho idea di cosa facesse, ero impegnato a non finire contro la barriera. Forse telefonava, forse parlava della crisi Greca con un amico seduto dietro, forse stava calcolando la radice quadrata della propria velocità. Qualsiasi cosa stesse facendo, di certo non includeva prestare attenzione alla strada, o ai retrovisori, o quegli stupidi segni bianchi dipinti per terra. Concludo con una compilation di piloti di varia estrazione, per i quali mi pare valgano alcune considerazioni molto ovvie:

Se non riuscite a stare nella vostra corsia, vuol dire che andate troppo forte, o che non avete in controllo del mezzo. O guidate meglio, o andate più piano; in ogni caso, statevene sulla vostra cavolo di corsia e non rompte il paraurti al prossimo. Si ringaziano le mitiche Sorelle Bandiera per l’ispirazione musicale.

Fatti più in là
così nel mezzo, mi fai incazzar
fatti più in là
così le palle mi fai girar

é irritante ‘sto malvezzo
di guidare l’automezzo
oltre la riga di mezzo
é una cosa che disprezzo.

fatti più in là
prova a girare quello sterzo
fatti più in la
vedrai non serve un grande sforzo

se la curva vuoi tagliare
perché hai fretta di arrivare
non ti posso che augurare
un bel camion di incontrare.

fatti in la
fatti in la
fatti in la fatti in laaaaa
fatti più in la, tu e il tuo
trattor*

SoG

*Niente di personale contro i trattori, che sono così utili per metter cibo sulle nostre tavole. Mi serviva una rima; se ne avete una migliore, sono disposto a cambiare.

One thought on “Un gioco di mano (destra)

Leave a Comment